Sabato 10 Novembre 2018 dalle ore 17:30

Vivido, vibrante violin

di Nicola Cicchitelli

La raccolta "Vivido, vibrante violin" vuole esprimere, fin dal titolo, l'importanza dei sentimenti, del sentire profondamente. La poesia, del resto, si alimenta di percezioni e rispecchia i cromatismi della nostra anima. Ho utilizzato il violino nel titolo per la bellezza della sua musica che mi rammenta antichi studi. La raccolta è suddivisa in quattro sezioni introdotte da alcuni versi: "Una piuma di me", "Lacrime di jazz e stille di classica", "Ali ai protagonisti" e "Virtù nell'oblio". Il filo conduttore della raccolta è la musica e ciò che esprime così come i protagonisti, siano essi persone o entità come il tempo e la natura. La raccolta si chiude con le virtù, parola desueta e anche scomoda ma vitale nella società odierna, dominata dall'individualismo e dal consumismo.

Ingresso Libero