Quando eravamo orfani

Quando eravamo orfani

di Kazuo Ishiguro

 
Prenota e ritira

Descrizione

Shangai, inizio del '900: un bambino, un padre che lavora nel commercio dell'oppio fra Inghilterra e Cina, una madre che si batte per i diritti civili. Londra, anni Trenta: Christopher Banks il bambino di allora, cresciuto nei colleges inglesi dopo la misteriosa sparizione di entrambi i genitori, è diventato il detective più famoso del Regno Unito. Ma l'enigma sulla sorte dei genitori non gli dà pace: ritorna in Oriente per indagare sul doppio rapimento, prima che il mondo precipiti nel baratro del conflitto mondiale. Però la verità che alla fine giungerà a scoprire è molto più banale, e drammatica, di ogni possibile supposizione.

Quarta di copertina

Per Christopher Banks tutto sembra essersi fermato al giorno in cui i genitori vennero misteriosamente rapiti. Il piccolo orfano, cresciuto a Shanghai negli anni più fiorenti del commercio dell'oppio, fu poi affidato alle cure di una zia nella lontana e austera Inghilterra. Così non c'è vera soluzione di continuità tra i giochi infantili e le indagini che l'ormai famoso detective privato conduce venti anni dopo a Londra. Dietro ogni caso brillantemente risolto grava il mistero del rapimento che il piccolo Christopher, con il compagno di giochi Akira, non ha saputo chiarire. E tutti pensano che prima o poi egli tornerà a Shanghai dove, come se il tempo si fosse fermato, riuscirà a scoprire il nascondiglio in cui i suoi genitori vengono ancora e sempre tenuti prigionieri. Alla fine degli anni Trenta, Shanghai è il luogo dove le forze del Male si sono date appuntamento per annunciare la grande distruzione che presto inghiottirà il mondo intero. Ma per Christopher il massacro insensato della guerra è un enigma che un buon investigatore può ancora risolvere, magari con l'aiuto del suo strumento feticcio, l'inseparabile lente di ingrandimento. In pagine indimenticabili, Ishiguro ci racconta la nevrosi della ragione che tutto vuole ordinare e spiegare, anche la morte, la paura, la viltà e il tradimento. Alla fine Christopher sarà costretto ad aprire gli occhi su una verità molto lontana da quella che immaginava, e dovràabbandonare la terra dorata dell'infanzia avendo perso l'unica donna che avrebbemai potuto amare, per sempre sfiguratonelle emozioni e inguaribile di nostalgia. Nostalgia che, come spiega un Akira improbabile e malconcio incontrato da Christopher nel bel mezzo della battaglia,ha comunque la sua straordinaria importanza: «Molto importante. Nostalgici. Quando noi nostalgici noi ricordiamo e vogliamo mondo bello torna di nuovo.Proprio adesso io ho sognato. Ero bambino. Madre, padre, vicini a me. In nostra casa».

Dopo aver letto il libro Quando eravamo orfani di Kazuo Ishiguro ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Premi

Nobel per la letteratura 2017

Video

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 

Top Kazuo Ishiguro

Visualizza tutti i prodotti